Scatti Mediterranei

G1X-IMG_052244° INCONTRO D’ARTE FOTOGRAFICA

All’interno dell’involucro trasparente della Rotonda Nervi, nel centro storico della città di Reggio Calabria, si è svolto il 44° incontro d’arte fotografica, dal titolo Scatti Mediterranei. Da ormai molti anni e per una volta all’anno, l’incontro reggino riesce a confrontare e a mescolare insieme le culture fotografiche siciliana e calabrese. Per la prima volta si è abbandonata la dicitura “Biennale della diapositiva” e “Biennale d’Arte Fotografica” rendendo di fatto annuale l’evento.

Titolo discusso nelle serate del club, che rompe la tradizione inaugurando un nuovo ciclo di mostre, workshop e letture fotografiche, senza dimenticare la memoria storica, ma anche alla ricerca di un rinnovamento che matenga sempre vivo l’evento.

Come nell’incipit del “breviario mediterraneo” di Predrag Matvejevic: Scegliamo innanzitutto un punto di partenza: riva o scena, porto o evento, navigazione o racconto. Poi diventa meno importante da dove siamo partiti e più fin dove siamo giunti: quel che si è visto e come. Talvolta tutti i mari sembrano uno solo, specie quando la traversata è lunga; talvolta ognuno di essi è un altro mare. Il Mediterraneo è a un tempo simile e in altro diverso a sé stesso.

Ecco che per iniziare questo nuovo ciclo, si è scelto il titolo Scatti Mediterranei, non per delimitare un’area “geofotografica” ma per fondere le culture dell’alta e della bassa Calabria e della costa jonica della Sicilia. Culture fotografiche diverse, che contengono soggetti e geografie diverse, tenuti insieme da quell’unico luogo della mente, la cultura Mediterranea.

Giornata metereologicamente splendida, con la mancanza avvertita di Pippo Pappalardo a cui rivolgiamo i nostri più cari saluti, ma con la grande partecipazione dei club Calabresi e Siciliani.

Nella lettura portfolio si sono distinti Grazia Musumeci, del club Le Gru, con “Lettere antiche”, un delicato racconto sull’anniversario dei propri genitori; Giuseppe Torcasio del club Fotografico Lamentino con “356 gg. Memorandum Telefonico”, uno scatto al giorno per 365 giorni e Giuseppe Vizzari, del Cine Foto Club Vanni Andreoni, con “Varanasi Città Sacra”, che descrive la città di Varanasi in India, mettendo in luce l’aspetto mistico che la permea.

Da un paio d’anni è stato istituito anche un premio per un’altra espressione dell’arte fotografica: l’immagine singola, che ha visto come vincitori Pietro Politi con “Porticciolo”, Giacomo Falcone con “Ragno-Granchio” e Dario Borruto con “Venere tra le croci”.

Durante tutta la manifestazione sono state esposte la mostra personale Quadri_Cromie di Daniela Sidari e la raccolta di immagini presentate da alcuni soci del club.

Un ringraziamento a tutti i numerosi partecipanti, per le interessanti immagini presentate e per la splendida giornata trascorsa insieme, con la solita convivialità e passione per l’arte fotografica.

 

About Author: administrator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo qui sotto. Ti verrà inviata una mail di conferma.

Eventi

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Posta elettronica

Utility